DONNA&STIPSI

Lo sapevi che in Italia sono milioni le persone che soffrono di stipsi? E la maggior parte sono donne?

Scopriamo insieme perché e come puoi prenderti cura del tuo intestino, prevenire la stitichezza e quando necessario trattarla.

PERCHÉ LA STIPSI È DONNA

La regolarità intestinale delle donne è influenzata dagli ormoni.

Gli estrogeni aumentano il numero delle evacuazioni, i progestinici le riducono e le variazioni di questi ormoni accompagnano tutta l’età fertile, dalla prima mestruazione alla menopausa.

In gravidanza, la stipsi riguarda molte delle donne. Fra le cause, l’aumento del progesterone, che ha un effetto rilassante sui muscoli e rallenta i movimenti dell’intestino, peggiorando la regolarità e rendendo le feci dure.

In menopausa la carenza di estrogeni favorisce la stitichezza. Ma anche la vita sedentaria, un’alimentazione povera di fibre e una scarsa idratazione.

NO AL FAI DA TE

La diagnosi di stipsi è spesso tardiva per una serie di ragioni.

Pudore e timidezza impediscono di chiedere consiglio al medico.

I trattamenti fai-da-te, tisane e purganti, innescano meccanismi negativi. Aumentano sintomi come gonfiore, crampi, dolori addominali e coliche, l’intestino si abitua a stimoli esterni e la regolarità si altera.

Specie se si usano dei lassativi senza averne davvero bisogno.

Non basta sentirsi piene e gonfie per essere certe di soffrire di stipsi cronica. Bisogna che si verifichino le condizioni descritte di seguito.

SICURA DI SOFFRIRE DI STIPSI?

Al di là di tutti i falsi miti sull’argomento, la stipsi cronica è una condizione così definita:

  • il fenomeno si protrae nel tempo;

Negli ultimi 3 mesi devono sussistere almeno due delle seguenti condizioni:

  • feci dure
  • sensazione di evacuazione incompleta
  • sensazione di ostruzione e di blocco
  • meno di tre evacuazioni settimanali.

COME AIUTARE IL TUO INTESTINO

Insomma, non bisogna abituarsi alla stipsi, ma diagnosticarla e trattarla in modo appropriato e sotto controllo medico. Sia perché la stipsi può essere sintomo di varie patologie, sia per evitare che causi altri problemi al tuo organismo e alla la tua vita intima.Scopri di più.

 

E una volta diagnosticata la stipsi? Sarà il medico a dire quale sia il trattamento più giusto per te. Ma di certo l’alimentazione e il movimento hanno un ruolo importante per la tua regolarità.

SOFFRI DI STITICHEZZA?

Scarica le schede di consigli
e BUONE ABITUDINI per il tuo benessere

BUONE ABITUDINI

Il transito intestinale avviene grazie ai movimenti fisiologici dell’intestino.

Maggiore è il volume delle feci, tanto più le contrazioni sono frequenti ed efficaci.

La motilità dell’intestino è favorita da un’attività fisica quotidiana. Il volume e la consistenza delle feci aumentano in base alla quantità di fibra e di acqua ingerite e alle buone condizioni della flora batterica. Ecco perché è necessario modificare le proprie abitudini alimentari, sia per prevenire la stipsi, che per superare questo problema.

pasto-sano

PICCOLI CONSIGLI ALIMENTARI

ALIMENTI SCONSIGLIATI – Hanno un effetto astringente: limoni, riso, nespole, banane, mele, mirtilli, the.

ALIMENTI UTILI – Favoriscono la regolarità intestinale: brodo di carne; avena o cereali integrali a colazione, carciofo, crusca, polline, semi di lino, prugne secche, kiwi, carota.

ALIMENTI LASSATIVI – Verdure, miele, legumi, frutta, latte, pane integrale, prugne secche. Ma anche: more, uva, fichi, liquirizia, pesche, patate, kiwi, cibi ricchi di fibra (semi di lino, avena, farro). L’effetto lassativo non può prescindere dal consumo di acqua.

SE SEI INCINTA

Una corretta alimentazione, nel medio e lungo termine, è la soluzione migliore per prevenire e trattare la stipsi anche in gravidanza. A volte può essere utile l’impiego di lassativi sotto controllo medico.

La formulazione di Onligol, Macrogol 4000 senza elettroliti presenta una serie di vantaggi:

  • non riduce la propria azione nel tempo
  • non provoca crampi, dolori, senso di urgenza o gonfiore
  • non irrita la mucosa gastrointestinale
  • è insapore, inodore e non alterare l’aroma delle bevande
  • non contiene elettroliti.

CHIEDI CONSIGLIO AL TUO MEDICO PRIMA DI ASSUMERE ONLIGOL

SE SOFFRI DI STIPSI, NON SOTTOVALUTARLA.

LA STIPSI È UN DISTURBO COMUNE MA NON VA SOTTOVALUTATO. SI TRATTA MODIFICANDO ALIMENTAZIONE E STILE DI VITA:

aumentando le fibre, garantendo una sufficiente idratazione all’organismo, impegnandosi in una moderata attività fisica.

Ma potrebbe anche essere sintomo di altre patologie e i trattamenti fai-da-te possono peggiorare il problema.

MACROGOL SENZA ELETTROLITI E SENZA AROMA, SI SCIOGLIE IN QUALSIASI BEVANDA, ANCHE CALDA.

È un dispositivo medico CE 0426. Leggere attentamente le avvertenze o le istruzioni per l’uso. Aut. Min. del 08/07/2021